domenica 27 gennaio 2008

In5omИi@

Si dice che la notte porti consiglio…sarà…
Per quanto mi riguarda l’attimo prima di addormentarmi è uno dei pochi momenti dove sono solo con me stesso e il mio pensiero è libero di esprimersi in ogni sua svariata forma.
La notte, in casa..tutto attorno è buio ed il silenzio con il suo fruscio regna sovrano.
Già,il silenzio…
i battiti dei secondi dell’orologio sopra il letto fanno da sottofondo al mio viaggio verso il meritato riposo e si alternano con i battiti di una vecchia sveglia ancora funzionante.Non so se avete presente una di quelle con forma rotonda che stanno in verticale, con la carica manuale sulla parte superiore e con all’interno la stampa di un gallo che mangia del grano e che con il movimento del suo collo scandisce i secondi…tictictic…
Il silenzio,questo sconosciuto.
La casa è come se vivesse,come se durante il giorno restasse immobile ad ascoltare aspettando il suo momento.Senti il rumore del frigorifero che ogni tanto sferra dei colpi violenti per il tuo udito.Anche le pareti e le finestre sembrano che respirono.Qualcuno questa notte è tornato a casa tardi,si è sentito sbattere la portiera di un auto proprio sotto casa.L’anziana signora che abita sopra di me invece sta andando in bagno.Sta facendo pipì, ne ha tanta e si sente.
I pensieri intanto si fanno largo,il cervello si sta per rilassare e tutto viene fuori.Tutti i dubbi,le ansie,le paure,le preoccupazioni.Inizi anche già a pensare alla giornata che ti spetta domani ancor prima di concludere quella odierna.
Ti fai un sacco di domande ma in fondo hai anche voglia di dormire.Ti chiedi quando la finiranno tutti di domandarti cosa ti è successo.Non lo so so,me lo sto chiedendo anche io,mi piacerebbe saperlo ma non so dare una risposta.Nessuno riesce a darmene.Perché non provate invece a cercare di capire come sto nell’animo.
Fuori si deve essere alzato un po’ di vento,lo si capisce dal rumore delle tapparelle che si muovono leggermente e che sbattono nella guida che le avvolge.
Intanto la mente continua ad elaborare e gli occhi cominciano a essere sempre più stanchi.Credi di essere solo la notte,rilassato e sdraiato nel tuo letto che ti accoglie e ti scalda di inverno sotto piumoni e coperte ma che,ahimè,ti scalda e ti riempe di calore anche ricoperto solo di un lenzuolo nelle calde sere d’estate…
Non siamo mai soli,dentro ognuno di noi alberga un altro noi.
Migliore o peggiore di quello che vedono tutti quanti questo non lo so.
So solo che a volte bisogna dar sfogo anche alla sua di voce…..

7 commenti:

chiara ha detto...

sono arrivata tardi...volevo aggiungere pirle di saggezza al post precedente....faccio uguale...

chiara ha detto...

Un'approfondito studio USA ha scoperto che l'influenza aviaria colpisce gli uccelli piccoli. Da buon amica ho pensato di avvertirti subito.

chiara ha detto...

Oggi non vado al lavoro perchè ho avuto un infortunio...Mi sono rotto il cazzo!

chiara ha detto...

50 anniversario:2 sposini settantenni tutti nudi cenano.....caro!dice lei.sento ancora un calore addosso,come 50anni fa....cara!hai le tette nel brodo!!!!!

angel78 ha detto...

@chiara: ....come rovinare l'atmosfera poetica....carine però:)

Taty ha detto...

A volte bisogna confrontarsi con il proprio alter ego... ha sicuramente molte cose da insegnarci!
Hai ragione ..... siamo spesso troppo superficiali ed insensibili!!! E poi molti di noi si vantano di andare oltre l'aspetto fisico.... purtroppo i fatti dimostrano il contrario...

LaLu ha detto...

Cerca di ascoltarla più spesso quella vocina, di solito è proprio lei che ha più ragione e noi tendiamo sempre a soffocarla un pò....un abbraccio